Una settimana con Papa Francesco

20150323_144249UNA SETTIMANA CON PAPA FRANCESCO:   un grande successo serale del lunedi su Telepace. Conduce il nostro amico Don Giacomo PAVANELLO, della Comunità NUOVI ORIZZONTI. Ospiti:  Natascia MADDALON, appartenente alla Comunità GESU’ RISORTOe il giornalista Carlo CLIMATI, Direttore del Laboratorio di comunicazione dell’Università Europea di Roma.

Papa FRANCESCO  anche questa settimana ha saputo emozionarci facendoci  riflettere su temi come la disoccupazione, la corruzione, gli esclusi. Si è soffermato sull’amore e sull’accoglienza nei confronti degli ultimi. Una settimana che si è conclusa con la sua visita a Napoli  passando da Scampia, piazza del Plebiscito, Carcere di Poggio Reale per finire sul Lungomare di Caracciolo ove ha incontrato i giovani.

Papa Francesco affronta con i Napoletani i grandi problemi sociali: fa un  richiamo alla legalità. “Chi prende la via del male, prende qualcosina ma ruba la speranza. Il problema non è mangiare, ma non avere la possibilità di portare il pane a casa, di guadagnarlo. E quando non si guadagna il pane, si perde la dignità di cittadini, di uomini, di donne, di giovani. E’ pane per oggi, ma fame per domani. Reagite con fermezza alle organizzazioni che sfruttano e corrompono i giovani, i deboli, con la droga. Non lasciatevi rubare la speranza. La corruzione e la violenza non sfigurino il volto di questa bella città e la gioia del cuore napoletano”

Carlo, e la sua esperienza da giornalista in campo cattolico: propone un Servizio di Accoglienza nelle parrocchie andando incontro alle persone, prendendosi cura dei loro problemi, senza giudicarli. Il perbenismo rovina la nostra società e non ci fa rendere conto che il male, la delinquenza nascono da enormi difficoltà vissute prima di tutto in famiglia: dobbiamo avere grande comprensione. Inoltre Carlo ha lavorato presso IL MATTINO riscontrando nei napoletani un grande cuore, una grande forza nell’affrontare i problemi quotidiani della vita.

Natascia, 26 anni, parla delle difficoltà dei ragazzi: una piaga sociale è la disoccupazione che porta alla tristezza, all’angoscia, ma i ragazzi devono trovare la forza in Dio, perchè solo Lui è la fonte della nostra Speranza. Devi avere il coraggio di cercare la felicità, la devi cercare dentro di te. Devono essere più uniti come persone, accogliendo gli uni con gli altri, accogliendo i diversi, coloro che hanno sbagliato, senza giudicarli, ma amarli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *