Papa Francesco: la preghiera va accompagnata dalle lacrime

papa francescoDurante la messa di inizio Quaresima nella basilica romana di Santa Sabina, il Pontefice ha evidenziato la “ricetta” per approcciarsi esemplarmente alla penitenza quaresimale. Il pianto è la manifestazione più autentica del cuore contrito del cristiano che mette a nudo le proprie miserie al cospetto del volto del Risorto. Ed è proprio piangere, azione che ci accomuna alla purezza dei bambini, che aiuta a “rendere la nostra preghiera e il nostro cammino di conversione sempre più autentici e senza ipocrisia“, allontanando quel formalismo esteriore che contamina il senso più profondo delle “tre opere di pietà previste dalla legge mosaica: l’elemosina, la preghiera e il digiuno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *