LA RAI che non vigila su una bestemmia mandata in onda

Il fermo immagine tratto dalla trasmissione 'L'anno che verra'' andata in onda il 31 dicembre su Rai Uno mostra il cronometro che ha scandito l'arrivo del 2016: alla mezzanotte manca ancora un minuto ma il conto alla rovescia durante la trasmissione condotta da Rocco Papaleo e da Amadeus era cominciato con un minuto d'anticipo. Roma, 1 gennaio 2016. ANSA/ RAI UNO +++ NO SALES - EDITORIAL USE ONLY +++

Le gaffe, la bestiemmia via sms e il capodanno anticipato a L’Anno che verrà su Raiuno scomodano anche l’Osservatore Romano.

“Brindisi anticipato, il finale di ‘Star Wars’ rivelato, parolacce e addirittura una bestemmia. Tutto in diretta. Non è stato certo un capodanno tranquillo quello della Rai” ricorda il quotidiano della Santa Sede, sottolineando come “la televisione, pubblica o privata che sia, per acquisire una dimensione social a tutti i costi rischi di divenire uno strumento fuori controllo. Con l’alibi dello share”. Per l’Osservatore poi il fatto che la bestemmia in diretta sia stata un “errore umano” rivela come “agli occhi di molti” sia considerata “irrilevante, se non accettabile”….

Continua a leggere l’articolo su ANSA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *