Il cristiano deve essere coerente con la propria scelta

papa1Se non tutti sono chiamati, come santo Stefano, a versare il proprio sangue, ad ogni cristiano però è chiesto di essere coerente in ogni circostanza con la fede che professa“. Lo ha affermato papa Francesco oggi all’Angelus in Piazza San Pietro, nel giorno in cui si celebra Santo Stefano, “primo martire della Chiesa”, esortando a “dare testimonianza a Gesù nell’umiltà, nel servizio silenzioso, senza paura di andare controcorrente e di pagare di persona”.

Oggi preghiamo in modo particolare per quanti sono discriminati e perseguitati e uccisi per la testimonianza resa a Cristo. Vorrei dire a ciascuno di loro: se portate questa croce con amore, siete entrati nel mistero del Natale, siete nel cuore di Cristo e della Chiesa”, così il Pontefice.

“Preghiamo perché, grazie anche al sacrificio di questi martiri di oggi”, cioè di quanti sono discriminati e perseguitati per la fede cristiana, “si rafforzi in ogni parte del mondo l’impegno per riconoscere e assicurare concretamente la libertà religiosa, che è un diritto inalienabile di ogni persona umana”.

“Oggi preghiamo per tutti coloro che sono perseguitati a causa della fede cristiana”: così il Papa in un nuovo tweet, nel giorno della festa di Santo Stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *